titolo

venerdì, 24 febbraio 2017

Piero Pacioli, precursore di Martin Gardner

di mariano tomatis
pubblicato il 22 settembre 2007

La Repubblica di oggi pubblica un articolo di Piergiorgio Odifreddi che annuncia la pubblicazione a stampa di un libro di Luca Pacioli (~1445-1514) in cui compaiono diversi giochi di prestigio. Scrive Odifreddi:

l´enigmaticità dell´espressione del ritratto [di Pacioli] e la seriosità dell´argomento dei suoi libri a stampa non ci avevano preparati alla recentissima pubblicazione di due manoscritti inediti nel quale egli si rivela un teorico dei giochi, quando non semplicemente un giocherellone. Il primo è Sulla potenza dei numeri, un testo di enigmi e trucchi ritrovato nell´Ottocento nella Biblioteca dell´Università di Bologna, ma pubblicato soltanto quest´anno (in traduzione inglese!), cinque secoli esatti dopo la sua stesura: vi si trovano molti giochi di Leonardo e altre curiosità, da come scrivere sui petali di rosa a come far camminare un uovo sul tavolo, che fanno di Luca Pacioli un predecessore di Lewis Carroll e Martin Gardner.


"De scrivere in rosa et altra fiori" da Luca Pacioli, De viribus quantitatis, p.239v

Il libro è comunque online dal 2003 per opera dell'amico Dario Uri, sul sito Uriland.it. Il testo è diviso in tre parti, e come scrive Dario: "La prima parte è certamente quella più importante per la storia della matematica, perchè costituisce la prima grande collezione di giochi matematici e problemi dilettevoli".

Molto interessante è la tecnica con cui il manoscritto è stato datato. Si ritiene che sia stato compilato tra il 1496 ed il 1508: la data del 1496 deriva dal fatto che, nel corso del testo, Pacioli accenna alla edizione manoscritta della Divina Proportione (il suo libro del 1496) mentre la data del 1508 è resente nella pagina 228 recto dove l'autore racconta di aver visto eseguire un gioco di prestigio da un illusionista ebreo - un certo U.Perulo - il 1° aprile 1509.


Luca Pacioli, De viribus quantitatis, p.228r

Articolo visualizzato 2185 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis