titolo

domenica, 16 dicembre 2018

Un "magico concerto a quattro voci" allo Spazio Tadini di Milano

di Stefano Ferraresi
pubblicato il 15 maggio 2012

A tre anni dal suo ultimo tour nel nostro paese, Eugene Burger è tornato in Italia per una serie di eventi privati e di conferenze presso i club magici.

Il carismatico illusionista di Chicago è anche filosofo, storico delle religioni e scrittore. Dopo essersi laureato in teologia a Yale, ha insegnato religioni comparate e filosofia in corsi universitari, per decidere - nel 1977 - di dedicarsi a tempo pieno alla magia, contaminandola con i suoi interessi. Esponente della sofisticata scuola teorica che ha messo al centro il binomio "Magic and Meaning", da molti anni Burger è riconosciuto come il più brillante e suggestivo "storyteller magico" del panorama internazionale.


In occasione del suo viaggio in Italia, sabato 12 maggio 2012 lo Spazio Tadini di Milano ha ospitato "An Evening of Mystery - Magic Concerto for Four Voices": nella prestigiosa cornice della storica galleria d'arte milanese Eugene Burger ha diviso il palcoscenico con altri tre illusionisti sensibili all'intreccio tra magia, narrativa e i loro risvolti filosofici - Tim Gaffney, Marco Fida e Ferdinando Buscema.


Da sinistra: Ferdinando Buscema, Tim Gaffney, Marco Fida e Eugene Burger.

Lo spettacolo, molto apprezzato dai presenti, conferma la possibilità di presentare una forma di illusionismo maturo e dai risvolti culturali non banali - vocazione di cui da sempre Eugene Burger si fa portavoce e nell'alveo della quale si sono formati i tre comprimari che si sono esibiti con lui.

Auguriamoci che occasioni di questo tipo si moltiplichino nel prossimo futuro, per offrire al pubblico un'esperienza della magia dal vivo lontana da quella massificata e rutilante a cui la televisione ci ha abituati.

Articolo visualizzato 3030 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis