titolo

lunedì, 17 dicembre 2018

"Alice nel paese delle meraviglie" curato da Martin Gardner

di mariano tomatis
pubblicato il 21 novembre 2010

E' stato pubblicato dall'editore Rizzoli il romanzo di Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie. Ma non si tratta dell'ennesima edizione italiana della storia di Alice: è la più preziosa per i cultori di enigmi e giochi matematici, perché l'intero testo del romanzo di Carroll è commentato in margine da Martin Gardner.

La prima edizione americana di quest'opera curata da Gardner ha venduto oltre mezzo milione di copie. Tale edizione annotata è considerata un'opera di culto per gli appassionati di indovinelli e misteri, al punto da meritare una citazione in una puntata di Lost (nell'episodio 6x05).

Vulcanico divulgatore scientifico, Gardner esplora l'opera di Carroll approfondendo i moltissimi riferimenti culturali, ludici e matematici nascosti nei due romanzi Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio.

Durante il processo ad Alice, il Re legge da un libro:

Regola 42: Tutte le persone alte più di un chilometro e mezzo devono allontanarsi dalla Corte.

Ecco un esempio della esplosiva prosa di Gardner:

Il numero 42 aveva un significato speciale per Carroll. Il primo libro di Alice aveva 42 illustrazioni. Nella prefazione di Carroll a The Hunting of the Snark è citata un'importante regola nautica, la regola 42, e nella Fitta I, stanza 7, il Fornaio sale a bordo con 42 scatole accuratamente imballate. Nella sua poesia Phantasmagoria, canto I, stanza 16, Carroll dice di avere 42 anni, benché all'epoca ne avesse cinque di meno. In Attraverso lo specchio il Re Bianco manda 4207 cavalli e uomini a rimettere a posto Humpty Dumpt, e 7 è un fattore di 42. [...] Per una ulteriore numerologia sul 42 - nella vita di Carroll, nella BIbbia, nel canone di Sherlock Holmes, e altrove - vedi il quarantaduesimo numero di "Bandersnatch", il bollettino della Lewis Carroll Society d'Inghilterra (pubblicato nel gennaio 1942 + 42). [...] Nel popolare romanzo di fantascienza di Douglas Adams Guida Galattica per Autostoppisti si dice che 42 sia la risposta alla "Domanda Definitiva sul Tutto".

Le note mettono in scena il mostruoso livello di erudizione di Gardner, unito alla leggerezza e al gusto per l'aneddoto che ne hanno fatto un monumento della divulgazione matematica. Chi più di tutti ha colto lo "spirito" della sua opera letteraria è stato Joe M. Turner, che ha scritto:

Forse Martin Gardner [...] possiede una percezione così chiara della magia che trascende quella che gli stessi prestigiatori hanno della propria arte. La magia è molto più degli effetti speciali che si possono vedere su un palcoscenico e delle abilità di un pur bravissimo manipolatore. Martin Gardner ci spiega che la magia, proprio come la matematica, potrebbe avere un ruolo intrinseco - e di certo sorprendente - nel funzionamento dell'universo stesso.

Articolo visualizzato 4641 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis