titolo

mercoledì, 22 novembre 2017

"Teatro in matematica" a Milano

di Rosarita Crisafi
pubblicato il 5 dicembre 2011

I numeri e le formule matematiche come personaggi in cerca d'autore, desiderosi di vivere una vita propria su di un palcoscenico, di essere protagonisti di storie avvincenti, colpi di scena e trame misteriose. Sembra quasi un paradosso pirandelliano l'accostamento dell'austero universo della matematica con il mondo visionario del teatro. L'ardita sfida è stata accolta dalla compagnia milanese "Pacta dei teatri", che dal 2002 ha avviato il progetto "Teatro in matematica".

L'intuizione è di Maria Teresa d'Acquino, attrice e direttrice artistica dell'iniziativa, con alle spalle studi matematici. Dietro le quinte del progetto un pool di registi, attori, sceneggiatori ma anche un robusto comitato scientifico, composto da docenti universitari e cultori della materia.

La rassegna, pensata in un primo tempo per il mondo della scuola, è oggi un importante appuntamento del panorama teatrale italiano, che ha raccolto consensi non solo dal mondo scientifico, ma anche da parte di un pubblico trasversale. La chiave del successo dell'iniziativa sembra proprio essere la traduzione degli astratti concetti matematici in personaggi vivi e storie avvincenti, attraverso cui si svelano i retroscena che hanno tracciato, nel corso della storia, il difficile percorso della conoscenza.

La stagione di quest'anno si è aperta al teatro Carcano di Milano, il 21 novembre scorso con "Metti una serie a cena", che ha "servito in tavola" la successione numerica di Fibonacci. A seguire, il 28 novembre scorso, "L'irrazionale leggerezza dei numeri", un vero e proprio thriller al cui centro vi è la leggenda di Ippaso da Metaponto e la sua misteriosa morte dopo la scoperta dei numeri irrazionali che mise in crisi il dogma della scuola pitagorica.

Per chi volesse farsi coinvolgere dalle "trame matematiche" proposte dalla compagnia "Pacta dei teatri", la rassegna prevede altri due appuntamenti, entrambi al Teatro Carcano di Milano, il 16 Gennaio 2012 di scena "Parallelismi: geometrie euclidee e non" e il 30 gennaio 2012 "I numeri primi e la crittografia".

I testi degli spettacoli sono pubblicati nella collana di teatro e scienza "formula sipario", per la casa editrice Scienza Express.

Articolo visualizzato 1989 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis