titolo

mercoledì, 19 dicembre 2018

"Essere una macchina" (Raymond Smullyan)

di mariano tomatis
pubblicato il 17 ottobre 2007

Recentemente ero con un gruppo di matematici e filosofi. Un filosofo mi chiese se credevo che l'uomo fosse una macchina. Risposi: "Credi che farebbe qualche differenza?". Egli replicò francamente: "Certo! Per me è la domanda più importante della filosofia".

In seguito pensai che se il mio amico avesse concluso di essere una macchina, ne sarebbe stato terribilmente umiliato. Credo avrebbe reagito dicendo: "Mio Dio! E' orribile! Sono solo una macchina!" Ma se io scoprissi di essere una macchina, la mia reazione sarebbe completamente diversa. Esclamerei: "Meraviglioso! Non credevo che le macchine potessero essere così splendide!"1

_________________

1 Raymond Smullyan

 

Articolo visualizzato 1957 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis