titolo

lunedì, 17 dicembre 2018

"Mind Juggling" di Francesco Tesei

di mariano tomatis
pubblicato il 7 giugno 2009

Mi è più volte capitato che mi chiedessero: "Che cosa fa esattamente un mentalista?".

Se dovessi scegliere un solo effetto per rappresentare la magia mentale, sceglierei "Paura d'Argento", di Francesco Tesei, ora incluso nel suo nuovo dvd Mind Juggling, e tratto dal programma televisivo "Masters of Magic".

L'esperienza che Francesco offre a Dario Argento è quanto di più vicino alla magia mentale io possa immaginare. Ci sono una serie di punti che mi piace sottolineare:

1) L'apertura, con una citazione tratta da Il ritratto di Dorian Gray, fornisce una cornice significativa all'effetto e ne suggerisce - in modo criptico - il finale: "I grandi eventi hanno luogo nella nostra mente". Al termine dell'effetto, lo spettatore può ricapitolare quanto ha visto e udito, e scoprire che l'annuncio iniziale era perfettamente in linea con quanto poi sarebbe accaduto.

2) La presentazione è costantemente "significativa", perché tocca temi universali che coinvolgono chiunque assista all'effetto: le paure, la loro origine nell'inconscio, la possibilità di ridimensionarle e vincerle. Le parole di Francesco sono misurate e costantemente rivolte a costruire un percorso narrativo allineato al tema proposto.

3) La scelta del tema è totalmente coerente con lo spettatore coinvolto: Dario Argento ha costruito un'intera carriera sulla paura; essere invitato a riflettere su questo argomento è quanto di più naturale e spontaneo potrebbe capitare durante un incontro casuale. La magia di Francesco non forza scenari improbabili, ma si allinea perfettamente al regista horror. Anche gli esempi scelti sono del tutto coerenti con la sua figura: l'idea di immaginare la parola pensata su uno schermo cinematografico, e il pensiero di farla rimpicciolire allontanandosi dallo stesso schermo, attingono alla nuvola semantica di Dario Argento, e solo alla sua.

4) L'effetto presenta un aspetto raro all'interno della magia mentale: l'effetto sorpresa. Mentre la lettura del pensiero è in qualche modo annunciata, il finale giunge inaspettato, ma è totalmente coerente con lo scenario narrativo offerto, allineandosi con sorprendente eleganza all'annuncio iniziale ("I grandi eventi hanno luogo nella nostra mente").

Per tutto questo ritengo Francesco Tesei una delle figure più importanti della magia mentale moderna.

Articolo visualizzato 2402 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis