titolo

giovedì, 21 settembre 2017

"E' tutta una finzione" (Daniel Kehlmann)

di mariano tomatis
pubblicato il 4 novembre 2007

E' stato appena pubblicato da Feltrinelli l'ultimo libro di Daniel Kehlmann, scrittore e filosofo tedesco, che ha come protagonista un prestigiatore: Arthur Beerholm.

La presentazione del romanzo annuncia un viaggio tra realtà e illusione con la guida di un maestro dell'inganno:

È tutta una finzione è l'appassionante storia della vita di un illusionista, una spettacolare ricerca della dimensione magica dell'esistenza, un'accattivante riflessione filosofica sui confini del reale, un intrigante interrogativo sulla natura dell'amore e della matematica. Arthur è un orfano accolto da una famiglia benestante. La madre adottiva viene colpita da un fulmine e muore, e lui viene educato in un collegio svizzero di giovani rampolli dove matura l'intenzione di farsi prete. Arthur racconta, ma sarà tutto vero? Narra che ha studiato teologia, ma ha preso solo gli ordini minori; la nuova matrigna gli ha rubato l'eredità paterna e, un po' per necessità un po' per antica passione, lui si è ritrovato a fare l'illusionista in un bar di infima categoria e il baro in un retrobottega. A quel punto ha capito qual è la sua reale vocazione, si è reso conto di essere un mago e ha cominciato a frequentare Jan van Rode, il più geniale incantatore in circolazione, che gli ha insegnato tutti i suoi trucchi, ed è diventato a sua volta uno dei più famosi e meglio pagati illusionisti del mondo. Improvvisamente, durante uno show, il suo mondo è crollato e Arthur ha deciso di ascendere al cielo. Ma è vero, o è solo un altro gioco di prestigio?

Purtroppo per la traduzione italiana non si è chiesta la consulenza di un prestigiatore; si legge, quindi, di un certo "Day Vernon" o della "arte della distrazione" - che vorrebbe rendere la "art of misdirection".

Articolo visualizzato 1679 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis