titolo

mercoledì, 19 dicembre 2018

I gimmick di Odaba nella collezione Gabriele Gentile

di mariano tomatis
pubblicato il 8 maggio 2012

Durante la creazione dell’antologia dedicata a Ottorino Dalla Baratta, La magia di Odaba (Florence Art 2012) Gabriele Gentile ha condiviso alcune fotografie di oggetti venduti dal mentalista padovano, tratti dalla sua collezione personale.

Le fotografie sono state pubblicate nella sezione biografica del suo libro, e vengono qui riproposte a colori. I curatori dell’opera e l’editore colgono l’occasione per ringraziare Gabriele Gentile per la preziosa collaborazione e per aver concesso la pubblicazione di queste fotografie sul web.

Per l'acquisto del volume fate riferimento al sito dell'editore Florence Art.


La mano di Odaba, che "rispondeva" alle domande battendo dei colpi sul tavolo. Confrontala con la mano di Joseffy.


Le TeleCards di Odaba: potevano essere usate per esperimenti di trasmissione del pensiero.
Confrontale con le Memo Mind Cards di Max Vellucci.


"Il gioco delle sei ragazze" di Odaba. Descritto nel 1967 su Magia Moderna, si trattava di un effetto di previsione


L'Impression Pad di Odaba. Consentiva notevoli esperimenti di lettura del pensiero.


"Telepatia" di Odaba. La versione di Odaba del "Mental Epic".


"Magia nera" di Odaba. Un piattino da annerire con una candela, sul cui carbone apparivano magicamente numeri e parole.


Il misterioso CUS di Odaba. Se è sempre stato usato bene, nessuno spettatore l'ha mai visto.

Articolo visualizzato 2982 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis