titolo

mercoledì, 17 ottobre 2018

Hypno-heat: un effetto sorprendente (e cancerogeno)

di mariano tomatis
pubblicato il 14 ottobre 2009

L'effetto è semplice e diretto: il prestigiatore fa venire il cancro ad uno spettatore. Per realizzare questo piccolo miracolo al contrario è sufficiente un po' di liquido "Hypno-heat", in vendita illegalmente presso molte case magiche italiane ed internazionali.

Ecco come appare l'effetto: l'ipnotista ti mette in mano una pallina di carta stagnola, chiedendoti di chiudere il pugno e concentrarti. Poco a poco, inizia a sprigionarsi calore dalla pallina, al punto che devi gettarla via per non scottarti. Nel frattempo, lui chiude gli occhi e si concentra, inviando impulsi termici cerebrali al foglio metallico. Dimostrazione di psicocinesi?

Ecco come un testimone racconta l'esperimento: «Ho recentemente accompagnato una persona da un sensitivo. Il sensitivo ha detto che avrebbe fatto un esperimento per vedere se c'era energia negativa su di noi. Mi ha chiesto di strappare un foglietto di alluminio (da un rotolo che mi ha fornito) e di piegarlo in quattro. Mi ha poi chiesto di riaprirlo e di bagnarlo con dell'acqua su entrambi i lati (da un bicchiere da cui avevo bevuto). Ha poi detto di spargere l'acqua su tutto il foglietto con le dita. L'ha ripiegato e ci ha chiesto di unire le mani con il foglietto piegato tra i palmi. Ha detto una preghiera che è durata circa 2 minuti, durante i quali l'alluminio è diventato caldissimo (quasi al punto di scottare). Poi, dopo averlo dispiegato, abbiamo notato una sorta di cenere. Ci ha spiegato che si trattava di "polvere proveniente da un cimitero". Ha poi chiesto di versare una grossa somma di denaro...»

Per realizzare l'esperimento non è necessario possedere poteri paranormali, bensì una soluzione concentrata di cloruro mercurico HgCl2 e un piccolo foglio di alluminio, ricavabile eventualmente da un normale pacchetto di sigarette. L'ipnotista, nell'atto di arrotolare a pallina la stagnola, la imbeve con un po' di soluzione e la consegna in mano alla vittima; nelle mani di quest'ultima, si sviluppa in pochi secondi una reazione fortemente "esotermica" tra il cloruro e l'alluminio - ovvero una reazione che produce calore e che dunque scalda l'alluminio.

L'esperimento ha una certa dose di pericolosità, non correlata tanto al calore sviluppato (che non danneggia l'epidermide) quanto alla natura della soluzione utilizzata, altamente tossica e corrosiva (il cloruro mercurico è conosciuto anche con il nome di sublimato corrosivo): il gioco non è, dunque, raccomandabile né per chi lo fa, né per chi lo subisce. In alternativa al cloruro mercurico si può usare anche una soluzione molto concentrata (50%) di idrossido di potassio (KOH) o idrossido di sodio (NaOH). Anche queste soluzioni sono però piuttosto corrosive: la sostanza penetra infatti attraverso la pelle e danneggia il sistema nervoso (si dice che sia stato proprio il cloruro metallico usato come medicinale ad uccidere Mozart).

Il gioco può essere fatto con una chiave di alluminio: così veniva presentato da Uri Geller, quando sul mercato dei prestigiatori era venduto col nome di "Hypno-heat" (in Italia "Fluido ipnotico"). James Randi rivelò l'uso che ne faceva Geller nel suo libro The Truth About Uri Geller (pp.161-162) e durante una serie TV in Corea, lo mostrò in pubblico per denunciare la truffa di un guaritore della Malesia che si esibiva spesso in questo esperimento.

Una variante del gioco si dice venga usata anche da Sai Baba e dai suoi seguaci, ma in questo caso non viene sfruttato il calore sviluppato bensì il prodotto della reazione. A detta dei fedeli, una polvere - chiamata "vibuthi" - comparirebbe spontaneamente sui ritratti di Sai Baba che numerosi negozi vendono a clienti devoti. In particolare molti fedeli avrebbero comprato i ritratti incorniciati del loro maestro, accuratamente incartati dal negoziante. Una volta tornati a casa, aprendo il pacchetto, avrebbero trovato il ritratto ricoperto da una polvere impalpabile, riconosciuta come la miracolosa vibuthi. Alcuni fedeli mangerebbero addirittura questa polvere credendo in tal modo di beneficiare dei suoi straordinari poteri. L'apparizione della vibuthi sui ritratti di sai Baba è interpretabile in termini chimici. La cornice dei ritratti è di alluminio e i negozianti, evidentemente in combutta con Sai Baba, prima di incartare il quadretto fingono di spolverarlo con uno straccio. In realtà lo straccio è imbevuto di una soluzione di cloruro mercurico che reagisce lentamente con l'alluminio producendo una polvere grigiastra e impalpabile che viene scambiata per vibuthi dagli ignari compratori, una volta arrivati a casa. Va osservato che i prodotti della reazione tra l'alluminio e il cloruro mercurico sono estremamente tossici: quindi i fedeli che si nutrono di questa vibuthi espongono la propria salute a grossi rischi.

Anche alcuni preparati omeopatici presentano, irresponsabilmente, sostanze come il cloruro mercurico: è il caso dell'Echinacea compositum, che contiene HgCl2 all'ottava diluizione, troppo poco per disattivare la sua tossicità. Chi si cura con l'Echinacea compositum, dunque, si espone a rischi non segnalati sulle confezioni omeopatiche. E' facile verificarlo: l'Echinacea prodotta dalla Heel contiene tra gli ingredienti "Mercurius corrosivus 8X".

In un contesto completamente diverso, una sostanza dalle proprietà simili (il cloruro di calcio anidro) viene inserito nella base dei contenitori del CaldoCaldo, diffusi caffé istantanei che si scaldano quando si rompe un piccolo setto che divide il cloruro da una manciata d'acqua, sviluppando un enorme calore che scalda la bevanda. Su un principio analogo si basa anche il "ghiaccio istantaneo" che si trova in farmacia. In quel caso si usano sali di ammonio che quando si solubilizzano in acqua assorbono calore raffreddando ciò con cui vengono in contatto.

Nonostante la sua pericolosità, il gioco è tutt'oggi venduto su Internet, con pubblicità eticamente discutibili: "Con questo gioco convincerete tutti di poterli ipnotizzare. Come per tutti i miracoli, assicuratevi di saperlo vendere bene. Studiate bene la vostra presentazione riempiendola di cazzate, va bene qualsiasi cosa sentiate adatta a voi". Il sito continua spiegando nei dettagli come ottenere l'effetto.

L'effetto è diffuso anche in Italia, così descritto: "Con questo gimmick potete stupire tutti. Adatto per chi si esibisce in mentalismo o telepatia. Sarete in grado di far scottare uno spettatore dandogli da tenere una pallottolina di carta stagnola" e viene venduto al prezzo di 15 euro.

Su un altro sito viene presentato così: "Un effetto automatico da proporre ai tavoli, incredibile e di grande successo che si può presentare in qualsiasi momento, anche molte volte consecutivamente senza bisogno di preparazione. Il prestigiatore afferma che eseguirà un incredibile effetto di imposizione mentale. Subito dopo, chiede in prestito un pacchetto di sigarette da cui strappa un pezzetto di carta stagnola, ne fa una pallina e la pone nella mano dello spettatore ordinando alla stessa di diventare calda, sempre più calda! Dopo pochi secondi un senso di calore pervaderà la mano dello spettatore! Il calore aumenta, aumenta sempre di più fino al punto in cui lo spettatore non potrà più resistere e sarà costretto a gettarla via!" e qui costa solo 10 euro.

Per seguire le discussioni fatte su questo trucco, utilizzare il motore di ricerca Google specificando la parola "Hypno-heat"1.

_________________

1 Un ringraziamento a Silvano Fuso per le preziose informazioni fornite.

 

Articolo visualizzato 7649 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis