titolo

sabato, 29 aprile 2017

piegaESPiega - Origami e simboli ESP

di Gregorio Samà (MagicoGreg)
pubblicato il 27 gennaio 2011

In passato l'arte degli origami era parte degli spettacoli di alcuni prestigiatori; armati di un paio di forbici, gli illusionisti producevano una serie di complesse sculture a partire da un semplice foglio di carta. Seppure oggi sia sempre più raro vedere questo tipo di esibizioni sui palcoscenici, non mancano i matematici che si interessano agli aspetti geometrici e numerici di questo tipo di arte.

In questo articolo approfondirò una interessante curiosità geometrica: con due semplici strisce di carta, un paio di forbici e un po' di colla si possono ottenere i cinque simboli ESP. Ecco le semplici istruzioni da seguire per prodursi in questa bizzarra esibizione dal sapore antico.


Il cerchio

Da un foglio A4 tagliate due strisce di carta, ciascuna delle quali deve misurare, all'incirca, 3cm x 29.7 cm. Trattenete, per voi, una delle due strisce e consegnate l'altra a un amico o spettatore, invitandolo a ripetere le vostre stesse operazioni.

Spalmate un po' di colla sulle due estremità della vostra striscia e poi formate, con essa, un anello di carta. Quindi, invitate lo spettatore a fare altrettanto.


Mostrate il vostro cerchio e dite che si tratta di uno dei cinque simboli ESP. Lo stesso vale, ovviamente, anche per lo spettatore.

La croce

Ora accostate i due anelli in modo che uno sia disposto perpendicolarmente rispetto all'altro. Uniteli, in questa posizione, con la colla, badando di spalmarla sull'intera superficie di contatto (ora i due anelli risultano ben incollati):


Schiacciate un anello in due punti diametralmente opposti e poi ripetete la stessa operazione anche con l'altro anello. Dopodiché, appiattite completamente la struttura in modo da mostrare il secondo simbolo:


Il quadrato

Espandete nuovamente i due cerchi che formano la struttura. Quindi, utilizzando le forbici, tagliate entrambi gli anelli nel mezzo (lungo la linea tratteggiata), compresa la superficie incollata:


Dopo aver tagliato il primo anello dovreste ottenere qualcosa che somiglia a un paio di manette. Non resta che tagliare anche il secondo anello, nel mezzo e per il lungo, per ottenere il terzo simbolo ESP:


Le onde

A questo punto tagliate il quadrato (lungo le linee diagonali tratteggiate ai vertici), ottenendo, così, quattro striscioline di carta:


Mettete da parte la quarta striscia e piegate le altre tre lungo le linee tratteggiate (evidenziate nella figura precedente). Piegate verso l'alto l'estremità sinistra di ciascuna striscia e verso il basso l'estremità destra. Quindi, incolonnate le tre strisce (spaziandole uniformemente) e fate notare che esse formano il quarto simbolo ESP:


La stella

Riprendete infine la strisciolina messa da parte. Fate un nodo sulla striscia e appiattitelo. Dopodiché piegate un'estremità su di esso. Osservando la striscia in controluce, all'interno del nodo apparirà il quinto e ultimo simbolo ESP:


Per approfondire

Si possono trovare altri curiosi effetti di "paper magic" nelle seguenti pubblicazioni:

- Martin Gardner, Enciclopedia della magia impromptu, Ed. La Porta Magica.
- Karl Fulves, Self-working Paper Magic, Dover Publications.
- Albrecht Beutelspacher e Marcus Wagner, Piega e spiega la matematica, Ponte alle Grazie.

Articolo visualizzato 2437 volte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica
né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.
Praestigiator è curato da Mariano Tomatis